domenica 11 marzo 2012

Meet me in Venice in the nineties

Un'avventura del 21esimo secolo per ragazze coraggiose?
Visitare Venezia con una guida degli anni '90.
Non vi permetterà di visitare la Fenice, distrutta da un incendio e non ancora ricostruita, ma vi offrirà numerosi consigli utili, tra i quali: come usare un telefono a monete o a carta.


Privilegi che solo io per due giorni avrò.
Vi permetto di invidiarmi.

10 commenti:

  1. ahahah fantastico, i cari vecchi gettoni... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io facevo la collezione delle schede telefoniche invece!

      Elimina
  2. Un pochino ti invidio... Ecco, l'ho detto ._.

    RispondiElimina
  3. Per diverso tempo, il mio metodo per visitare Venezia è stato: arrivare a Venezia e cominciare a camminare in direzione contraria ad ogni cartello turistico. Tanto a Venezia non ti perdi nemmeno se vuoi e prima o poi, caminna e cammina, ti ritrovi sempre a Piazza San Marco.
    Così facendo ho scoperto luoghi meravigliosi (alcuni anche molto olezzosi, per la verità) ed è un metodo che consiglio a tutti.
    Per le prime due o tre visite consiglio comunque di affidarsi ai metodi classici, tipo una bella guida turistica di una ventina di anni fa.

    Un abbarccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Persa mi sono persa.
      La cartina era inutile perchè 3/4 delle calle non sono segnalate.
      Ho scoperto ponticelli, viuzze e angoli davvero suggestivi!
      Granduca, lei ha sempre ragione!

      Elimina
  4. Se ne individuerai uno ti invidierò.
    Sappilo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahimè ho fallito...non ne ho visto nemmeno uno!

      Elimina
  5. Risposte
    1. Non t'azzardare a passare vicino alla Fenice!

      Elimina